Accade in Thailandia

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Lun Nov 25, 2013 6:44 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mar Nov 26, 2013 7:05 pm

Thailandia, esplode la protesta, occupati 3 ministeri
Ordine di arresto per l'ex vicepremier ora a capo delle proteste

Bangkok - La protesta è iniziata ieri nella parte vecchia di Bangkok, all'inizio sembrava tutto tranquillo, ma oggi, dopo essersi sparpagliati nella capitale, i manifestanti anti-governativi sono passati all'azione occupando due ministeri e un altro dipartimento. Nessuna violenza fortunatamente, si è infatti trattato di un blitz pacifico che però rappresenta un'escalation nel tentativo di far cadere il governo di Yingluck Shinawatra, col rischio di riportare alla luce tensioni politiche e sociali solo accantonate negli ultimi anni in una Thailandia sempre più spaccata.

Guidati dall'ex vicepremier Suthep Thaugsuban, dimessosi da parlamentare per diventare a tutti gli effetti un capopopolo, alcune migliaia di manifestanti hanno fatto prima irruzione nel ministero delle Finanze, occupando l'edificio senza incontrare resistenza; dopo aver preso il controllo anche del dipartimento delle Pubbliche relazioni, in serata la folla ha invaso il complesso del ministero degli Esteri, imbastendo un bivacco all'esterno.

La polizia thailandese ha ottenuto un mandato d'arresto contro l'ex vicepremier Suthep Thaugsuban, che guida la protesta anti-governativa che da ieri occupa alcuni ministeri a Bangkok.

Altre avanguardie di manifestanti hanno circondato altri palazzi del potere e dei media. Già ieri il carismatico Suthep, invocando una "grande battaglia di tre giorni", aveva ribadito l'intenzione di paralizzare il governo. Oggi ha minacciato di occupare tutti i ministeri entro domani. L'obiettivo dichiarato è "lo sradicamento del regime Thaksin", in riferimento all'ex premier e fratello di Yingluck, che dall'auto-esilio in sostanza guida il governo sfuggendo a una condanna a due anni per corruzione ricevuta nel 2008. In serata, Yingluck (si pronuncia "iing-lak") ha attivato la "Legge di sicurezza interna", un provvedimento simile allo stato di emergenza. Ma è improbabile che il governo pensi di passare alla forza.

Dopo un mese di proteste, Suthep continua a provocare perché sa che una repressione alimenterebbe ancora di più la rabbia dei suoi fedeli. D'altro canto, l'inazione provocherebbe un'ingovernabilità altrettanto dannosa per Yingluck, che raccoglie i voti della classi medio-basse specie nel popoloso nord-est rurale. Per molti versi sembra una riedizione delle proteste del 2008: allora il movimento extraparlamentare delle "camicie gialle" occupò per mesi la sede del governo e infine per una settimana i due aeroporti della capitale, in protesta contro due governi filo-Thaksin.

I manifestanti di oggi - inizialmente scesi in piazza contro una legge di amnistia politica che avrebbe consentito il ritorno di Thaksin - hanno cambiato etichetta ma rimangono l'espressione dell'elettorato nazionalista e monarchico, formato dalla classe medio-alta di Bangkok e da attivisti del Sud, tradizionale feudo dei Democratici. L'opposizione, che dal 2001 ha subito pesanti sconfitte in tutte le cinque elezioni vinte da Thaksin, sa che un ritorno al voto non sposterebbe gli equilibri. L'intenzione, travestita sotto espressioni come "una democrazia sotto il re", sembra quella di coinvolgere l'influente esercito o l'establishment burocratico nella rimozione di Yingluck. Cinque anni fa l'impasse si sbloccò con un "colpo di stato giudiziario" e un ribaltone parlamentare orchestrato dalle forze armate. Ciò scatenò la rabbia delle "camicie rosse" filo-Thaksin, le cui proteste furono represse nel 2010 con 90 morti e 2 mila feriti.
La Voce
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mar Nov 26, 2013 7:06 pm

Ordine di arresto per capo delle proteste

(AGI) - Bangkok, 26 nov. - Un tribunale thailandese ha approvato un mandato di arresto per il leader delle proteste contro il premier Yingluck Shinawatra. Il ricercato e' Suthep Thaugsuban, accusato di aver sobillato la folla e di averla guidata nell'assedio e nell'occupazione dei ministeri, ha spiegato il colonnello Sunthorn Kongklam della polizia di Bang Sue. "Gli chiedo di arrendersi", ha aggiunto, "altrimenti sara' arrestato non appena avvistato" .
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mar Nov 26, 2013 7:15 pm

23 nazioni, tra cui l'Italia, invitano alla cautela i propri cittadini. Soprattutto da evitare i luoghi teatro delle proteste.
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mer Nov 27, 2013 5:48 pm

Thailandia, la Banca Centrale corre in soccorso dell'economia

(Teleborsa) - La Banca Centrale thailandese corre in aiuto dell'anemica economia della Thailandia con un inattesa riduzione del costo del denaro.
Paiboon Kittisrikangwan, Segretario del Comitato di Politica Monetaria della Bank of Thailand, ha annunciato a sorpresa un taglio dei tassi di interesse di 25 punti base al 2,25%, spiegando che la decisione è stata pressoché unanime. Sei dei sette membri del Committee hanno infatti appoggiato questa mossa, mentre solo uno avrebbe voluto lo status quo. Gli analisti avevano predetto un nulla di fatto. Mr. Paiboon ha spiegato che la crescita economica è più lenta di quanto stimato a ottobre. Inoltre ora vi sono “maggiori rischi di ribasso”. Tra i motivi che hanno spinto la BOT ad abbassare i tassi, il Segretario ha citato anche le positive attese sull'inflazione e la moderata crescita dei crediti alle famiglie. Dito puntato anche sull'export, che non ha ancora guadagnato trazione, e sul ritardo del governo nella politica di investimenti. In questi giorni la Thailandia è teatro di proteste dei cittadini, che chiedono le dimissioni del nuovo Premier, accusato di essere troppo legato al fratello Thaksin, l'ex Premier deposto accusato di corruzione e abuso di potere.

www.ilmessaggero.it
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mer Nov 27, 2013 5:50 pm

Thailandia, occupati altri cinque palazzi del potere
Mandato d'arresto per il leader della protesta.

Dopo l'occupazione di due ministeri nella giornata del 25 novembre, la Thailandia sta vivendo un altro giorno di manifestazioni incandescenti.
Migliaia di dimostranti anti-governativi, in piazza da settimane a Bangkok, hanno assediato il 26 novembre altri cinque palazzi del potere, intensificando ulteriormente la campagna di disobbedienza per paralizzare e far cadere il governo di Yingluck Shinawatra.
ASSEDIARE IL POTERE. Con l'esecutivo che è parso intenzionato a non voler opporre resistenza, il leader della protesta Suthep Thaugsuban, ex vicepremier thailandese, ha annunciato che è previsto per la mattinata del 27 novembre l'assedio di tutti i ministeri rimanenti.
Mentre il Parlamento affrontava una mozione di sfiducia contro il premier Yingluck Shinawatra, i manifestanti guidati da Thaugsuban hanno circondato il ministero dell'Interno, evacuando il personale di altri quattro dicasteri senza penetrare all'interno. Quello delle Finanze è ormai diventato il secondo bivacco all'aperto della protesta, dopo il palco allestito sul Monumento alla democrazia nella parte più antica della capitale.
MANIFESTAZIONI A OLTRANZA. Suthep Thaugsuban ha fatto sapere che le manifestazioni potrebbero proseguire più a lungo dei tre giorni dichiarati nei primi comunicati.
L'obiettivo dei manifestanti è diventato quello di sradicare il 'regime di Thaskin', ex premier e fratello dell'attuale primo ministro Shinawatra. In auto-esilio dal 2008 per sfuggire a una condanna a due anni per corruzione, il magnate Thaskin ha continuato a essere considerato un demone populista dalla classe medio-alta di Bangkok e nel Sud del Paese, tradizionale feudo dei democratici all'opposizione. Le classi medio-basse invece sono rimaste fedeli al fratello di Yingluck.
MANDATO D'ARRESTO PER THAUGSUBAN. Intanto la polizia thailandese ha ottenuto un mandato d'arresto contro il leader della protesta. Ad annunciarlo è stato un responsabile delle forze dell'ordine. La mossa, più che rivelare l'intenzione di reprimere le proteste, è apparsa come un tentativo di mettere pressione alla sua guida. Tuttavia date le mancate conseguenze legali per l'occupazione della sede del governo e poi degli aeroporti di Bangkok nel 2008, a opera delle 'camicie gialle' nazionaliste e monarchiche di cui le attuali proteste costituiscono la nuova incarnazione, è improbabile che il provvedimento giudiziario faccia desistere Suthep Thaugsuban.
Dopo aver paralizzato il governo, non è risultato ben chiaro quali siano le opzioni dei manifestanti. La crescente baldanza di Suthep è stata criticata anche su alcuni media thailandesi finora compiacenti.
I democratici, sconfitti pesantemente da Thaksin in ogni elezione dal 2001, sono consapevoli di non aver i numeri per prevalere in un eventuale nuovo voto. Una prolungata impasse sarebbe possibile perché in passato, situazioni simili sono state risolte solo con l'intervento della magistratura o dell'esercito, espressione dell'élite considerata vicina ai Democratici.

lettera43
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mer Nov 27, 2013 5:51 pm

Thailandia: dipendenti pubblici si uniscono ai manifestanti

Bangkok, 27 nov. - (Adnkronos/Dpa) - Centinaia di dipendenti pubblici thailandesi si sono uniti alle proteste dei manifestanti per paralizzare l'attività di governo. "Ad essere onesta non mi piace questo governo, ci sono state moltissime irregolarità durante questa amministrazione", ha detto la dipendente dell'azienda pubblica telefonica. Continuano infatti le proteste anti-governative guidate da Suthep Thaungsuban, che ha occupato da lunedì scorso il ministero delle Finanze, che oggi cingono d'assedio i ministeri del Lavoro, dell'Industria, della Scienza, del Commercio e della Sanità.
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 4:59 pm

Thailandia: paese nel caos, proteste anche fuori Bangkok

Le proteste di massa in Thailandia contro il governo della premier Yingluck Shinawatra si allargano a macchia d'olio e escono fuori dai confini della capitale. I manifestanti hanno gia' paralizzato le attivita' dei Ministeri a Bangkok per sfidare la leader e suo fratello in esilio, l'ex primo ministro e uomo forte del paese Thaksin Shinawatra. Oggi gli oppositori del governo hanno occupato un edificio pubblico nei dintorni della citta' e hanno costretto all'evacuazione di un ufficio del Dipartimento di Giustizia.

Manifestazioni si sono tenute in quasi tutte le 25 province della Thailandia, inclusa l'isola turistica di Phuket.

Preoccupata che l'instabilita' politica possa colpire l'economia del paese, la Banca centrale ha inaspettatamente tagliato i tassi di interesse al 2,25% e mentre le proteste sono ancora largamente pacifiche, c'e' il timore che possano degenerare.

Thaksin, rovesciato da un colpo di Stato nel 2006, e' un imprenditore miliardario che gode ancora del sostegno di gran parte della popolazione rurale e della classe lavoratrice urbana. Contro di lui sono invece schierate le classi medio-alte, che lo accusano di corruzione e di minaccia per la monarchia.

A innescare l'ultimo scontro una proposta di legge governativa sull'amnistia, che avrebbe concesso l'opportunita' a Thaksin di rientrare dall'esilio.

ASCA
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 5:00 pm

Thailandia, niente crisi di governo
Bocciata sfiducia al premier Shinawatra

Il Parlamento thailandese ha bocciato la mozione di sfiducia contro il governo della premier Yingluck Shinawatra, malgrado le imponenti manifestazioni nel Paese contro lo stesso primo ministro. "Il premier Yingluck ha ottenuto il voto di fiducia", ha dichiarato il presidente dell'assemblea Somsak Kiatsuranont: 297 deputati hanno votato contro la mozione, 134 a favore. Il voto arriva mentre i manifestanti minaccia di assediare i ministeri.

TGCOM
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 5:02 pm

Da prendere con le pinze....

Manifestazioni in Thailandia, località turistiche tranquille

Nota ufficiale dell'ente del Turismo: "La vita quotidiana a Bangkok e in altre province non viene alterata dai fatti di queste ultime ore"

L'ente del Turismo della Thailandia ha diffuso una comunicazione relativo alla situazione delle manifestazioni antigovernative e a sostegno del Governo che si stanno svolgendo negli ultimi giorni nel Paese.
Per quanto riguarda i turisti in visita a Bangkok, si legge, nessuna delle località occupate dai dimostranti riguarda le aree turistiche.
Stranieri e visitatori non rappresentano un bersaglio sensibile ma è bene restino sempre vigili evitando le aree dove si raccolgono i manifestanti; strade peraltro chiuse al traffico se e quando se ne presenti la necessità. Al di là di grossi problemi di traffico, non sono riportati episodi di violenza in nessun luogo.
Le Forze di Polizia si occupano attivamente di esercitare una generale sorveglianza in città, per mitigare qualsiasi forma di disturbo alla quiete del singolo cittadino e dell’ordine pubblico.
A Bangkok tutti i luoghi del turismo tradizionale sono aperti e visitabili. Cosi come le attività turistiche a Pattaya, Hua Hin, Ko Samui, Phuket, Chiang Mai, Krabi, Phang-nga and Krabi, sono tutte operative. Turisti e visitatori sono pregati di controllare sempre e comunque la situazione nei vari luoghi e nelle città in altre province anche per evitare inconvenienti causati da ingorghi di traffico.
I voli aerei nazionali ed internazionali operano regolarmente, anche verso destinazioni quali Pattaya, Hua Hin, Ko Samet e Ko Chang Si consiglia ai viaggiatori di partire per tempo dalla città e di utilizzare anche i mezzi pubblici, quali BTS Skytrain, Airport Rail Link, e taxi privati per raggiungere l’aeroporto di BKK in quanto potrebbe esserci penuria di taxi. Anche i treni operano regolarmente.
La vita quotidiana a Bangkok e in altre province non viene alterata dai fatti di queste ultime ore.
Guida Viaggi
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 5:05 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 5:07 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 5:21 pm

La Thailandia nel caos

La prima ministra thailandese Yingluck Shinawatra il 28 novembre, dopo aver superato il voto di fiducia in parlamento. (Thai government/Afp)

Continuano le proteste antigovernative a Bangkok e nelle province del sud della Thailandia contro il governo della premier Yingluck Shinawatra che il 28 novembre ha superato la mozione di sfiducia in parlamento presentata dal Partito democratico all’opposizione. La mozione è stata respinta con 297 voti a favore del governo e 134 contrari.

Yingluck Shinawatra in una conferenza stampa ha detto di essere disponibile a trattare con l’opposizione. Il leader dell’opposizione Suthep Thaugsuban ha dichiarato che “non ci sarà alcun colloquio con il governo” e “le riforme politiche saranno una conquista del popolo”.

A Bangkok i manifestanti hanno tagliato l’elettricità al quartier generale della polizia che è stata costretta a ricorrere a un generatore.

Le proteste contro Shinawatra, sorella dell’ex premier Thaksin, sono le più imponenti dalla crisi del 2010, quando il regno è stato sconvolto da una serie di manifestazioni concluse con la morte di 90 persone.

Un paese diviso. Le proteste contro il governo in Thailandia sono cominciate un mese fa. Il motivo principale della protesta è che il governo ha proposto una legge di amnistia che potrebbe permettere all’ex pemier Thaksin Shinawatra, in esilio, di tornare nel paese senza scontare una condanna del 2008 per corruzione. Il senato thailandese ha bocciato la norma, ma l’opposizione teme che il governo possa tornare a proporla. Il 24 novembre sempre a Bangkok, in uno stadio, 40mila persone sono scese in piazza per sostenere il governo di Shinawatra.

In Thailandia ci sono stati 18 colpi di stato dal 1932, quando il paese è diventato una monarchia costituzionale. Thaksin Shinawatra, che ha vinto le elezioni nel 2001 e nel 2005, è un ricco uomo d’affari che gode ancora di grande popolarità tra i ceti più poveri, spiega Reuters. La classe media, invece, ha perso fiducia in Thaksin a causa degli scandali per corruzione in cui è stato coinvolto. Thaksin Shinawatra è scappato in esilio nel 2008, poco prima di essere condannato per corruzione.

Nel 2010 centomila camice rosse, i sostenitori di Thaksin, hanno occupato il centro di Bangkok per circa due mesi e hanno chiesto le dimissioni del governo guidato dal democratico Abhisit Vejjajiva. In quelle manifestazioni sono morte 90 persone e i feriti sono stati 1.900.

www.internazionale.it
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 7:05 pm

(ANSA) - BANGKOK, 28 NOV - I manifestanti anti-governativi thailandesi sono riusciti a interrompere la fornitura di corrente elettrica al quartier generale della polizia e all'adiacente ospedale della polizia. Lo riferiscono le tv locali. Le due strutture sono comunque riuscite a ripristinare la corrente grazie a dei generatori.
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Gio Nov 28, 2013 7:26 pm

Avvisi particolari
Diffuso il 26.11.2013. Tuttora valido.

Sicurezza
Dopo un biennio di progressiva normalizzazione il dibattito politico si è intensificato negli ultimi giorni sia a Bangkok (distretti di Dusit, Pom Prab, Phra Nakorn, Rachadamnoen Avenue e Democracy Monument, Silom, Asok, Rama VI) che in altre zone del Paese, con manifestazioni di diverse migliaia di persone che – anche con l’occupazione pacifica di alcuni uffici governativi nella capitale – sperano di costringere il Governo a dimettersi. Tale situazione ha portato il Primo Ministro ad ampliare l’area in cui è in vigore l’Internal Security Act, a garanzia e protezione del normale svolgimento dell’attività pubblica. Rimane sempre valida la raccomandazione di tenersi aggiornati sulla situazione attraverso i mass media locali ed internazionali, il proprio albergatore o l’agente di viaggio. In questo quadro, si ribadisce la necessità di mantenersi lontani da ogni tipo di assembramento.
Viaggiare Sicuri
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Sab Giu 03, 2017 3:55 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mar Giu 06, 2017 6:08 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mar Giu 06, 2017 6:13 pm

Thailandia: turista nudo cade dal balcone dopo aver fatto sesso con una prostituta

http://www.newnotizie.it/2017/06/04/thailandia-turista-nudo-cade-dal-balcone-aver-sesso-prostituta/
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Mar Giu 06, 2017 6:15 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Ven Giu 23, 2017 5:54 pm

Allarme suicidi tra i profughi birmani del campo thailandese di Mae La
di Redazione
23 giugno 2017

In due anni 28 rifugiati si sono tolti la vita e 66 hanno tentato il suicidio. Il campo ospita circa 50mila cittadini della Birmania, la maggior parte di etnia Karen

Cresce in maniera allarmante il numero di suicidi e tentativi di suicidio verificatisi nel campo profughi di Mae La, il più grande campo thailandese per i profughi provenienti dalla Birmania, situato nella provincia settentrionale di Tak.

Lo scorso 19 giugno l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Iom) ha lanciato un appello per un’urgente azione di contrasto verso gli alti livelli di sofferenza dei rifugiati ospitati nella struttura.

Secondo uno studio della Iom pubblicato il 20 giugno in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, negli ultimi due anni 28 profughi del campo di Mae La si sono tolti la vita e 66 hanno tentato il suicidio: più di tre volte il tasso di suicidi a livello globale. I dati indicano per il biennio un tasso di suicidi pari a 36, 6 ogni 100mila persone, una percentuale di tre volte superiore alla media mondiale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) di 10,7.
Il campo di Mae La, che fu istituito nel 1984, ospita circa 50mila cittadini della Birmania. È il maggiore dei nove campi disposti lungo il confine thailandese-birmano, che offrono assistenza a circa 100mila rifugiati. Le offensive militari nello Stato Karen, (Myanmar orientale), negli anni '70 - '90 hanno costretto i civili a fuggire dalle loro case. Molti hanno trovato rifugio nella vicina Thailandia e lì sono rimasti da decenni.

Residenti dell’area hanno raccontato ad AsiaNews che la situazione in questi centri di accoglienza «è davvero tragica». Il governo thailandese ha annunciato da tempo l’intenzione di chiudere i campi profughi, dove in molti tra gli ospiti passano tutta la vita, in una delle crisi umanitarie più protratte dell’Asia. In caso di chiusura, i rifugiati non saprebbero dove andare poiché la maggior parte di loro non è mai stata in altro Paese all’infuori della Thailandia.

Harry Smith, capo progetto della Iom in Thailandia, ha dichiarato: «Il numero dei sucidi è davvero preoccupante. C’è un alto livello di disagio nei campi, risultato di una miriade di ragioni, tra cui: la mancanza di libertà di movimento, l’incertezza sul futuro, le difficoltà economiche e la mancanza di opportunità educative».

Nell’ultimo anno a Mae La si sono verificati 14 suicidi, mentre nel periodo tra giugno 2014 e maggio 2015 solo uno. Gli uomini sotto i 50 sono i più a rischio, ma anche un bambino si è tolto la vita e tre hanno tentato di farlo. Quasi quattro morti su 10 sono provocate dall’ingestione di diserbante, alquanto disponibile nei campi, dove i residenti coltivano la terra per procurarsi il cibo.

I problemi familiari sono il fattore per quasi la metà dei suicidi. L’abuso di alcool e sostanze stupefacenti svolge un ruolo in più di un terzo di essi. Le raccomandazioni della Iom includono la formazione di volontari nella prevenzione del suicidio e l’istituzione di un’unità di consulenza familiare. L’organizzazione suggerisce anche la presenza nel campo di uno psichiatra e di un consulente con esperienza sul suicidio e la limitazione dell’accesso agli erbicidi.

I rifugiati nei campi si sentono sempre più incerti del loro futuro in seguito al forte calo dei reinsediamenti in Paesi terzi e la diminuzione del sostegno della comunità internazionale.
Nonostante il governo sia dallo scorso anno guidato dal Premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, Smith afferma che molti rifugiati sono preoccupati per la sicurezza, nel caso di un loro ritorno, e spaventati dalla mancanza di posti di lavoro e di programmi educativi per i loro figli.

http://riforma.it/it/articolo/2017/06/23/allarme-suicidi-tra-i-profughi-birmani-del-campo-thailandese-di-mae-la
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Ven Giu 23, 2017 5:55 pm

Germania, spara al Re della Thailandia con una pistola ad aria compressa: 14enne indagato
L’incidente sarebbe avvenuto la notte del 10 giugno. La casata reale non sarebbe interessata a perseguire i responsabili dell’incidente.
22 GIUGNO 2017  17:19 di Giuseppe Luongo

continua su: http://www.fanpage.it/germania-spara-al-re-della-thailandia-con-una-pistola-ad-aria-compressa-14enne-indagato/
http://www.fanpage.it/
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Sab Giu 24, 2017 4:59 pm

avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Sab Giu 24, 2017 5:01 pm

NewNotizie.it » Thailandia, muore un insegnante in un incidente d’auto mentre faceva sesso sul sedile posteriore – VIDEO
Esteri: Ultime notizie dal Mondo / 23 giugno, 2017
Thailandia, muore un insegnante in un incidente d’auto mentre faceva sesso sul sedile posteriore – VIDEO

http://www.newnotizie.it/2017/06/23/thailandia-muore-un-insegnante-un-incidente-dauto-faceva-sesso-sul-sedile-posteriore-video/
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Sab Giu 24, 2017 5:03 pm

Thailandia: prende la figlia 11enne dell’amico da scuola, la stupra in un bosco e la uccide
Il cadavere della ragazza era stato trovato in una foresta privo di vestiti mercoledì 21 giugno. Le autorità attendono l’esito dell’autopsia.
ASIA 23 GIUGNO 2017 18:37 di Giuseppe Luongo

in foto: Due persone in scooter in Thailandia (repertorio)
Il padre ne aveva denunciato la scomparsa ma non poteva immaginare che fine avesse fatto la figlia. Martedì 20 giugno, finito l’orario delle lezioni, la giovane studentessa non era tornata a casa e la sua famiglia non era riuscita a contattare la figlia in nessun modo. Ciò aveva convinto il padre della ragazza 11enne a rivolgersi alla polizia di Rayong, poco più di 180 chilometri da Bangkok, capitale della Thailandia, che soltanto in seguito avrebbe scoperto la realtà.

Trovata nuda in una foresta

Denunciata la scomparsa, la polizia thailandese si era subito lanciata in una vasta operazione di ricerca per scoprire dove si trovasse la ragazza e ripercorrere i suoi passi dopo l’uscita da scuola. Ogni speranza di ritrovarla era, però, svanita quando, intorno alle 20 di mercoledì sera, gli agenti avevano ritrovato il cadavere dell’11enne privo di vestiti in una foresta adiacente un campo di tapioca.

Sullo scooter con un amico del padre
In seguito, le indagini avevano permesso di rivelare che Wichai Chotsena, un carpentiere amico del padre della vittima, aveva prelevato la ragazza all’uscita di scuola lo stesso giorno della scomparsa ma che, invece di riaccompagnarla a casa, l’aveva portata in una foresta a bordo del suo scooter. Inizialmente, l’uomo aveva dichiarato che la ragazza fosse caduta dal mezzo per poi ammettere di averla portata nel bosco e di averla molestata ma non stuprata.

L’11enne avrebbe provato a fuggire ma sarebbe stata raggiunta e strangolata dal suo assalitore, che l’avrebbe privata dell’uniforme della scuola dopo l’uccisione per ostacolarne l’identificazione. L’autopsia eseguita sul cadavere della ragazza permetterà di comprendere se ci sia stato anche uno stupro.

continua su: http://www.fanpage.it/thailandia-prende-la-figlia-11enne-dell-amico-da-scuola-la-stupra-in-un-bosco-e-la-uccide/
http://www.fanpage.it/
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da liside il Lun Giu 26, 2017 4:54 pm

Thailandia, il governo studia le mosse per ottimizzare i flussi turistici

By Redazione You Donna

Lo scorso anno fece scalpore la decisione di “chiudere” un’isola; quest’anno, invece, il governo thailandese sta studiando una soluzione contro il sovraffollamento degli ospedali pubblici locali da parte di turisti stranieri non assicurati, che creano problemi al Paese.



Isola chiusa. Overcrowding, ovvero sovraffollamento: è questa la motivazione ufficiale con cui il Governo thailandese ha deciso di sospendere, a partire dallo scorso ottobre, ogni ingresso turistico nella splendida isola di Koh Tachai nel parco nazionale di Similan. Troppo influenti in maniera negativa gli impatti di persone, picnic selvaggi, orde di barche che portavano viaggiatori a fare snorkeling o immersioni, con ripercussioni gravi su quella che viene considerata la più bella spiaggia della Thailandia e forse di tutta l’Asia.



Salvare un patrimonio. Secondo gli esperti thailandesi che collaborano con le autorità, però, l’eccessivo carico di turisti ha già danneggiato notevolmente il territorio, al punto che senza un intervento deciso si sarebbe rischiato di perdere per sempre la bellezza di Koh Tachai. Ma il sovraffollamento dei luoghi non è l’unica grana con cui è alle prese il Governo nazionale, che deve affrontare anche gli effetti del turismo sulla sanità.



Gli effetti (negativi) del turismo. Per la precisione, in queste ultime settimane è stato lanciato un “allarme” sull’eccessiva presenza di turisti stranieri non assicurati che si fanno curare negli ospedali pubblici thailandesi sarebbero sovraccarichi; un fenomeno che costa al Paese asiatico qualcosa come un’ottantina di milioni di euro ogni anno. Una spesa consistente, che starebbe convincendo le autorità a emanare una legge per rendere obbligatoria l’assicurazione sanitaria per tutti gli stranieri che visitano il paese.



Un’assicurazione sanitaria obbligatoria. Attualmente la assicurazione sanitaria in Thailandia è facoltativa, seppur suggerita per mettersi al riparo da ogni possibile inconveniente. Anche perché, come riporta il sito Polizzaviaggio.it, le cure mediche in Thailandia sono a pagamento. Se la strategia del Governo dovesse avere il via libera, però, i visitatori dovrebbero affrontare in modo obbligatorio un ulteriore costo per poter accedere nel Paese, una sorta di “tassa” da pagare negli appositi uffici che potrebbero essere aperti direttamente negli aeroporti per accogliere i turisti appena sbarcati.

Ridurre i costi. Questa misura, che in realtà era stata già proposta senza seguito effettivo nel 2013, potrebbe consentire di coprire i costi che i turisti possono generare sul sistema sanitario thailandese, e in particolare quelli legati alle cure e alle eventuali spese di rimpatrio. Di contro, ovviamente, una mossa del genere potrebbe generare un impatto negativo sugli arrivi, rendendo meno conveniente (seppur per certi versi più sicuro) il viaggio.

Il turismo in Thailandia continua a crescere. Quello che è certo, al momento, è che anche in questo 2017, nonostante tutto, il turismo in Thailandia gode di ottima salute: soltanto nei primi quattro mesi del 2017 il comparto ha generato circa 840 miliardi di baht in quattro mesi, ale a dire 22 miliardi di euro, grazie all’arrivo nel Paese di 12 milioni di viaggiatori, con un aumento del 4,71% rispetto agli stessi mesi del 2016.

Accoglienza, eventi e panorami. A spiegare le motivazioni di questo successo, che conferma l’appeal della Thailandia come meta internazionale di primo ordine, è il numero uno dell’ente nazionale del turismo, Yuthasak Supasorn, che sottolinea come “la Thailandia attira molti turisti grazie alle esperienze che è in grado di offrire, che sono sempre nuove e uniche, non importa quante volte si visiti il Paese. Nei primi mesi dell’anno la combinazione di bel tempo ed eventi di grande rilievo come il Songkran, il capodanno thailandese, ha significato ancora maggiori occasioni di divertimento per i viaggiatori. Siamo felici che l’anno sia cominciato così bene: continueremo a garantire la calorosa accoglienza del popolo thai anche ai viaggiatori che verranno”, ha detto il rappresentante governativo.

Anna Capuano

http://www.tgyou24.it/thailandia-governo-studia-le-mosse-ottimizzare-flussi-turistici/
avatar
liside
Admin

Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 22.09.13
Età : 60
Località : Campi Bisenzio

Visualizza il profilo dell'utente http://thainews.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Accade in Thailandia

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum